treedom giroviaggiando
treedom giroviaggiando

Menù

Dicono di noi:

icona 3

Come è andata la tua esperienza di viaggio con noi? 

Un paradiso tropicale da scoprire

2022-03-30 10:20

giroviaggiando.mondo

Oceano Indiano,

Un paradiso tropicale da scoprire

Mauritius, un'isola incantevole situata nell'Oceano Indiano, è un vero paradiso tropicale che attira visitatori da tutto il mondo.

 

 

Mauritius nel cuore

 

Mauritius, un'isola incantevole situata nell'Oceano Indiano, è un vero paradiso tropicale che attira visitatori da tutto il mondo. Con le sue spiagge di sabbia bianca, le acque cristalline e la ricca biodiversità marina, questa destinazione affascinante offre un'esperienza indimenticabile per coloro che cercano relax, ma anche tanta avventura e una connessione con la natura. In questo articolo, esploreremo le meraviglie di Mauritius e scopriremo perché è una meta turistica così amata.

 

 

schermata-2022-09-20-alle-19.24.jpegimg_2332.jpegimg_7447.jpeg

Siamo partiti per questa meravigliosa terra il 12 marzo 2022, quando siamo arrivati l'autista ci ha dato subito il benvenuto mostrandoci tutte le meraviglia che i nostri occhi potevano catturare durante il tragitto che ci conduceva al nostro b&b. La prima sera abbiamo visto il nostro primo tramonto mauritiano è stato qualcosa di indescrivibile e abbiamo conosciuto la Dmc che ci avrebbe accompagnato in un tour bellissimo alla scoperta di un'isola straordinaria.

 

I primi giorni del nostro soggiorno sono stati all'insegna del relax e abbiamo familiarizzato con la zona dell'isola in cui ci trovavamo. Dal terzo giorno è iniziato il nostro primo tour verso la capitale.

TOUR DEL NORD

La mattina ci siamo preparati per il nostro primo tour direzione capitale Port Luis, il mercato tipico è un affascinante connubio di colori, profumi e cultura. Con le sue bancarelle stracolme di spezie, frutta tropicale succosa e prodotti artigianali locali, il mercato offre un'esperienza sensoriale unica. Mentre ci siamo avventurati tra le sue strade affollate, siamo stati travolti dalla vitalità e dalla vivacità della cultura mauriziana.

 

Dopo la visita alla capitale ci siamo diretti verso la cittadella di Port Luis, è una testimonianza storica che si erge maestosa sulla collina. Questa imponente fortezza, costruita nel XIX secolo, offre una vista panoramica mozzafiato sulla città e sul mare circostante. Esplorare la Cittadella è come fare un viaggio nel tempo, mentre si ammirano le antiche strutture e si apprendono le storie che si celano dietro di esse. Un luogo magico che ci ha incantato e ci ha trasportato in un passato affascinante.

 

Subito dopo pranzo siamo andati a visitare una delle principali attrazioni dell'isola, Il giardino botanico di Pamplemousses. Ci siamo immersi lungo i sentieri ombrosi e ci siamo lasciti avvolgere dalla bellezza della natura circostante. Abbiamo scoperto una miriade di piante tropicali, tra cui palme imponenti, fiori colorati, orchidee esotiche e molte altre specie botaniche affascinanti.

Uno dei punti salienti del giardino è la sua collezione di piante acquatiche, tra cui il celebre Victoria Amazonica, una gigantesca ninfea che si distingue per le sue foglie gigantesche che galleggiano sulla superficie dell'acqua. Questa pianta è davvero affascinante da vedere, e non potrete fare a meno di rimanere incantati dalla sua grandiosità.

 

Abbiamo proseguito il nostro tour con la visita del tempio tamil di Cap Malheureux, Il tempio si distingue per la sua architettura intricata e colorata, tipica dei templi tamil. La sua facciata è adornata da una serie di sculture che raffigurano divinità induiste e figure mitologiche. L'interno del tempio è altrettanto affascinante, con altari dedicati alle diverse divinità tamil come Ganesha, Murugan e Shiva. I fedeli si radunano qui per pregare, cantare inni sacri e partecipare a rituali religiosi.

 

Per finire siamo andati a visitare l'iconica chiesa ti Cap Malheureux, La sua posizione panoramica offre una vista spettacolare sull'isola Coin de Mire, una piccola isoletta circondata da acque cristalline. Il nome "Cap Malheureux" si traduce in "Capo Sfortunato" in francese, e si dice che derivi da una leggenda romantica. Si narra che durante il periodo della colonizzazione francese, le navi che si avvicinavano all'isola dovevano passare per Cap Malheureux per raggiungere il porto principale. Le mogli dei marinai francesi sull'isola si recavano sulla costa per salutare i loro amati, pregando per il loro ritorno sani e salvi. Tuttavia, a volte le notizie non erano buone e le donne erano sconvolte dalle notizie della morte dei loro cari. Da qui il nome "Cap Malheureux" che è rimasto fino ad oggi. La nostra giornata non poteva finire con un bel tramonto.


 

_dsc7732.jpeg_dsc7755.jpegimg_2498.jpeg_dsc7801.jpegimg_2542.jpeg_dsc7893.jpeg_dsc7842.jpeg_dsc7922.jpeg_dsc7857.jpeg_dsc7910.jpeg_dsc7948.jpegimg_7515.jpegimg_2648.jpegimg_2700.jpeg

TOUR DEL SUD

La mattina ci siamo svegliati carichi per andare alla scoperta di un luogo sacro e mistico: il Ganga Talao. Questo lago incantevole è un importante centro di spiritualità e devozione per i fedeli indù di tutto il mondo. Un luogo dove il paesaggio mozzafiato si unisce alla fede religiosa, il Ganga Talao offre un'esperienza unica che affascina e ispira i visitatori. 

 

Il Ganga Talao, noto anche come Grand Bassin, è un lago craterico situato nel cuore delle montagne di Mauritius. La sua importanza deriva dalla sua associazione con il fiume sacro Gange, in India. Secondo la mitologia indù, il Gange è considerato uno dei fiumi più sacri al mondo, e il Ganga Talao è stato creato come una replica simbolica di questo fiume divino. Si crede che l'acqua del lago sia collegata al fiume Gange attraverso canali sotterranei. Ogni anno, migliaia di pellegrini indù si recano al Ganga Talao per partecipare alle celebrazioni di Maha Shivaratri, uno dei più grandi festival indù dedicati al Signore Shiva. I pellegrini portano offerte di fiori, frutta e latte al tempio di Shiva situato sulle rive del lago. È un'esperienza spirituale intensa che riempie l'aria di una sensazione di devozione e gratitudine.

 

All’interno della stessa giornata abbiamo visitato altre attrazioni tutte più o meno in zona e quindi abbastanza vicine tra loro: 

 

Trou aux Cerfs Vulcano Dormiente di Mauritius

Situato nella regione di Curepipe, nel centro di Mauritius, questo vulcano dormiente offre una vista spettacolare e un'esperienza unica per gli amanti della natura e degli affascinanti fenomeni geologici. Trou aux Cerfs è caratterizzato da un cratere ampio e profondo che si estende per circa 350 metri di diametro e 80 metri di profondità. Il cratere è ricoperto da vegetazione.

 

Black River Gorges

Il Black River Gorges National Park è la più grande foresta protetta di Mauritius, quando siamo arrivati allo sky view la vista era completamente coperta dalle nuvole basse, sembrava che non avessimo speranza di godere della sua bellezza dall'alto, ma come per magia poco dopo le nuvole basse si sono dissolte e hanno lasciato spazio e uno scenario meravigliosamente unico.

 

Il pomeriggio siamo andati a visitare la terra dei 7 colori è una meraviglia geologica unica al mondo. Questa straordinaria formazione naturale è il risultato di fenomeni vulcanici e sedimentari che si sono verificati milioni di anni fa. Le diverse tonalità di colori sono il risultato di minerali e ossidi di ferro che si sono depositati nel terreno nel corso degli anni, creando una varietà cromatica sorprendente. Immaginatevi di passeggiare tra paesaggi che sembrano usciti da un quadro astratto. È davvero un luogo magico dove la natura ha dimostrato la sua straordinaria capacità creativa.

 

Ma il capolavoro naturale non finisce qui. A pochi passi dalla terra dei 7 colori si trova la spettacolare Cascata di Chamarel. Alta oltre 100 metri,  l'acqua cristallina si tuffa in una piscina naturale circondata da una foresta tropicale, creando un'atmosfera di pace e serenità.

 

Come ultima tappa del nostro tour siamo andati a visitare la Rhumeri de Chamarel, appena abbiamo varcato la porta siamo stati accolti da un'esperienza sensoriale che ci ha portato a conoscere il processo di produzione artigianale del rum. La fabbrica è rinomata per l'utilizzo di metodi tradizionali di distillazione, che risalgono a secoli di storia. Abbiamo appreso tutti i segreti della produzione del rum mauriziano, dalle materie prime all'invecchiamento in botti di rovere. 

Dopo la visita guidata siamo andati a degustare il rum partendo dal rum scuro fino ad arrivare alla degustazione di tutti i rum fruttati. Il nostro preferito è stato il rum al cocco, successivamente siamo entrati nello store per acquistare diverse bottiglie, rum al cocco, rum alla vaniglia, rum al caramello, rum spice. (In valigia si possono portare fino a 5 bottiglie a testa di rum).

 

La Fabbrica di Chamarel rappresenta un connubio perfetto tra tradizione e innovazione.
 


 

gangatalao-shiva.jpeggrand-bassin.jpegganga-talao-lago-sacro.jpeggrand-bassin-vista-dallalto.jpegtrou-aux-cerfs.jpegmauritius.jpegterra-dei-7-colori.jpegcascata-di-chamarell.jpegchamarell.jpegla-rhumerie-de-chamarel⁤.jpegla-rhumerie.jpeg

facebook
instagram
youtube
telegram
tiktok

@2022 creato con amore da Lety&Ivan

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder